Luci dal monte Athos


Luci dal monte AthosDa un pellegrinaggio alla Sacra Montagna

Renato D’Antiga

Un piccolo libro di viaggio nel cuore della spiritualità ortodossa attento alla storia ed alla storia dell’arte, ma anche ricco di riflessioni filosofiche e teologiche. Il libro è arrichito dalla prefazione di Francesco Maria FonteBasso e da un breve scritto di Alain Daniélou sull’Athos.

 

Nella splendida icona che apre e protegge questo libro san Macario il Romano è accompagnato da due leoni che gli stanno accanto mansueti come agnellini, anch’essi investiti dalla luce e rapiti nella contemplazione della Gloria: rappresentano la parte irrazionale dell’anima, la concupiscenza e l’irascibilità, domata, pienamente pacificata e volta al bene. Chi è giunto all’unificazione con il Divino conosce realmente se stesso e vive in perfetta armonia con le creature.”
Dalla Presentazione di F.M. Fonte Basso

L’impressione che ho ricevuto dai primi due monasteri athoniti che ho visitato è che il monachesimo non è un’istituzione, ma una scelta di vita, una conversione quotidiana. Il monaco è il filosofo, il sapiente, è colui che si dedica all’incessante ricerca e allo studio della Sapienza Divina, rivelatasi attraverso le Scritture. Egli è come una falena che corre verso il fuoco dell’amore per disintegrarsi in esso.”
Renato D’Antiga

L’Athos è un luogo magico. E’ isolato da sempre dal mondo esterno e la natura ha lì conservato una fantasia, una libertà, una ricchezza sorprendenti. Vi sono centinaia di varietà di piante che non esistono più altrove. Alla fine di quella lunga penisola, svetta l’alto monte che Poseidone vi portò dall’Asia. Fu il primo Olimpo. Monaci solitari occupano ancor oggi le celle scavate nella roccia dove, prima di loro, abitarono gli eremiti dionisiaci.
Da La Grecia e l’Athos di Alain Danielou

Dello stesso autore:
Guida alla Venezia Bizantina, 2005
Storia e spiritualità del monte Athos, 2007
Venezia, Il Porto dei Santi, 2008
Venezia e l’Islam, santi e infedeli, 2010
Il deserto e l’occidente, 2010
La Venezia nascente, 2012 e San Marco, un santo di stato, 2015

Recensione

Formato: 13,5 x 21 cm., Pagine: 86 con 16 tavole colori, ISBN: Prezzo: € 12,50

Guida alla Venezia Bizantina

 

Guida alla Venezia bizantina

Renato D’Antiga

Santi, reliquie ed icone della Venezia bizantina (seconda edizione)

Dopo una breve e densa ricostruzione delle origini bizantine della città lagunare, l’autore illustra il culto dei santi orientali nella Serenissima.
Lo studio delle icone e delle reliquie custodite nelle chiese veneziane fa di questo piccolo libro riccamente illustrato e corredato di mappe, una preziosa e insolita guida ad un’inedita Venezia.

Per comprendere il culto delle reliquie è meglio tralasciare i pregiudizi contemporanei e rivolgersi alla tradizione cristiana più antica.[…] La chiesa, soprattutto in Oriente ha elaborato una “teologia delle reliquie” che si ricollega alla théosis, ossia alla dottrina della deificazione. Non deve dunque destar meraviglia che i veneziani, favoriti dall’occasione, si impossessassero di numerosi corpi di santi per render la città un centro di riferimento religioso nella cristianità del tempo, anche se talvolta in maniera discutibile. Venezia per tutto il medioevo rimase una città profondamente cristiana, come dimostrano pure le diverse espressioni artistiche più antiche e le numerose chiese costruite sin dalle origini. Il suo modello fu Costantinopoli, nata cristiana come Venezia.

Luci dal Monte Athos
Storia e spiritualità del monte Athos
Venezia, Il Porto dei Santi
Venezia e l’Islam, santi e infedeli
La Venezia nascente

San Marco un santo di stato
Il deserto e l’Occidente
La Roma bizantina in Arte e culti dell’oriente cristiano a Roma e nel Lazio  Claustri laziali in Il Regno di Giano

Formato: 13,5x21 cm, Pagine: 64, ISBN: 88-89466-04-9 Prezzo: € 11,00

Renato D’Antiga

Renato D’Antiga nato a Venezia, specializzato nella storia e nella spiritualità dell’Oriente cristiano, svolge attività teologica presso la Metropoli Ortodossa d’Italia, appartenente al Patriarcato ecumenico di Costantinopoli.

Ha scritto numerosi articoli di carattere culturale e scientifico.

Fra i suoi libri ricordiamo: Gregorio Palamas, Difesa dei santi esicasti, Padova 1989; Gregorio Palamas e l’esicasmo, Milano 1992; Simeone il Nuovo Teologo, La visione della luce, Padova 1992; L’icona nella Chiesa Ortodossa, Padova 1994; Lotario di Segni (Innocenzo III), Il disprezzo del mondo, Parma 1994; L’esicasmo russo, Milano 1996.

Per CasadeiLibri ha edito

Luci dal Monte Athos 2004
Guida alla Venezia Bizantina 2005
Storia e spiritualità del monte Athos 2007
Venezia, Il Porto dei Santi 2008
Venezia e l’Islam, santi e infedeli 2010
Il deserto e l’Occidente, 2010
Roma bizantina in Arte e culti dell’oriente cristiano a Roma e nel Lazio 2010
Claustri laziali in Il Regno di Giano 2012
La Venezia nascente 2013
San Marco un santo di stato 2014